5 Scommesse
Da non Perdere

Le squadre della serie A 2013-2014

squadre A
bonus benvenuto

squadre A

Riparte la Serie A.

La stagione 2013-2014 si prospetta quando mai equilibrata ed entusiasmante.

Nonostante le partenze di tanti campioni, quest’anno molte big hanno portato in Italia diverse stelle. Dopo qualche anno di buio, la Seria A sta riacquistando appeal e credibilità internazionale.

Ecco nel dettaglio l’elenco delle squadre dalla stagione 2013-2014.

Atalanta: confermato Colantuono, la squadra bergamasca riparte dall’esperienza di Yepes in difesa e dal ritorno di Migliaccio a centrocampo. In attacco il tridente composto da Denis, Livaja e Bonaventura assicura un buon mix di esperienza e giovane entusiasmo.

Bologna: Pioli ha salutato Gilardino e Gabbiadini per poi dare il benvenuto a Rolando Bianchi. Dopo la partenza di Taider, a Diamanti spetta il solito compito di ispirare il gioco offensivo.

Cagliari: la squadra di Pulga è riuscita a resistere agli assalti delle big. Astori e Nainggolan sono rimasti in una formazione che ha cambiato pochissimi interpreti. In attacco la velocità di Cossu e Sau si compensa con la forza fisica di Ibarbo e Pinilla.

Catania: dopo il record di punti in serie A della scorsa stagione, Maran varia poco e si affida alla solita compagine argentina capitanata da Barrientos, Izco, Bergessio e Castro. Da valutare il rientro del figliol prodigo Maxi Lopez. La novità è il centrocampista greco Tachtsidis.

Chievo Verona: mister Sannino riparte dal quartiere veronese senza stravolgere la squadra. La formazione titolare è pressoché la stessa dello scorso anno ad eccezione dei due centrocampisti Radovanovic (ex Atalanta) e Acosty (ex Juve Stabia). In attacco la coppia Paloschi-Thereau è inamovibile.

Fiorentina: digerita la delusione della mancata qualificazione ai preliminari di Champions, Montella ha dovuto rinunciare anche a Jovetic, volato a Manchester sponda City. La tifoseria è stata subito ripagata con acquisti eccellenti come il centrocampista Joaquin, l’esperto Ambrosini e la stella Mario Gomez, reduce dal triplete con il Bayern Monaco. In porta la scommessa è Neto, in attacco la grande speranza è il ritorno in grande stile di Giuseppe Rossi.

Genoa: grande rivoluzione in casa rossoblu. La panchina è stata affidata a Liverani, mentre le partenze di Borriello, Immobile e Frey sono state attutite dal ritorno di Gilardino e dall’arrivo del giovane portiere Perin e del centrale Gamberini. Grandi aspettative anche per il sinistro di Lodi e l’ispirazione di Santana.

Inter: Il presidente Moratti non vuole altri passi falsi, così si affida all’esperienza di Mazzarri. La squadra è giovane e il modulo rinnovato nel classico 3-5-2 dell’allenatore toscano. I nuovi acquisti sono Campagnaro in difesa, Taider a centrocampo e la coppia Icardi/Belofodil in attacco. Aspettando la maturazione di Kovacic, le garanzie sono sempre Handanovic, Guarin e Palacio.

Juventus: squadra che vince si migliora. Dopo la consacrazione di Pogba e la conferma di tutti i protagonisti degli ultimi due scudetti, è arrivato anche il tanto cercato top player. Carlitos Tevez possiede la classe per far compiere alla squadra di Conte il salto di qualità.

Lazio: anche la squadra di Petkovic ha cambiato pochi elementi. Trattenuti i big (Marchetti, Hernanes e Klose), i biancocelesti hanno acquistato il centrocampista Biglia dall’Anderlecht, ovvero tanta qualità in mezzo al campo.

Livorno: i neopromossi puntano sull’intesa tra Paulinho e Dionisi in attacco. Mister Nicola ha reinventato il centrocampo con gli arrivi di Benassi, Duncan e Greco. L’obbiettivo è la salvezza.

Milan: per Allegri il top player è rimasto un miraggio. Mentre si insegue Honda, i rossoneri hanno sfoltito la rosa e puntellato la squadra con acquisti mirati come quello di Poli. Se la difesa è rivedibile, l’attacco rimane il punto di forza in attesa delle giuste alchimie tra Balotelli ed El Shaarawy.

Napoli: l’addio di Cavani non ha intaccato l’entusiasmo dei partenopei, ma ha permesso una campagna acquisti altisonante. Benitez accoglie la pesante eredità di Mazzarri con nomi nuovi come Reina, Albiol, Martens, Callejon e soprattutto Higuain in attacco. Insigne ed Hamsik sono sempre in ottima compagnia. La Juve è avvisata.

Parma: Donadoni è una certezza così come una rosa che non ha avuto bisogno di rivoluzioni, ma solo di una scommessa: puntare sulla fantasia di Cassano. Il barese ha la sua occasione per farsi notare in ottica Mondiale. L’intesa con Amauri dovrebbe essere scontata.

Roma: tempo di rivoluzione nella capitale. Rudi Garcia impone il suo 4-3-3 con interpreti nuovi. Davanti al nuovo acquisto De Sanctis sono arrivati Benatia e Maicon. A centrocampo capitan futuro De Rossi è affiancato dal promettente Strootman. L’attacco, orfano di Osvaldo, si basa sempre sull’eterno Totti, agevolato dalla velocità di Gervinho.

Sampdoria: Delio Rossi ripropone il suo 3-5-2. Dopo la partenza di Romero, l’incognita resta la porta, per ora affidata a Da Costa. La formazione è la stessa dello scorso anno con l’eccezione dello scalpitante Gabbiadini, compagno di reparto dell’esuberante Eder.

Sassuolo: Cenerentola per eccellenza, la squadra modenese è alla prima stagione in Serie A. Di Francesco cerca il salto di qualità con gli arrivi di Rosati in porta, Rossini e Ziegler in difesa, Kurtic a centrocamp e Farias e Zaza in attacco.

Torino: mister Ventura crede nei giovani e non lo nasconde. Salutati Ogbonna e Bianchi, i granata hanno puntato sui talenti di Bellomo, El Kaddouri ed Immobile. Cerci rimane il top player di casa.

Udinese: ennesima stagione per mister Guidolin e capitan Di Natale. La squadra è rimasta invariata, eccezion fatta per il giovane portiere Kelava. In attacco Muriel è diventata una garanzia .

Verona: la risalita di Mandorlini è partita da lontano, ovvero dalla C. La galoppata dei giallo-blu non vuole fermarsi, per questo la salvezza è affidata a gente d’esperienza come i nuovi acquisti Donati, Jankovic e il campione del Mondo Luca Toni.

bonus benvenuto

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *