5 Scommesse
Da non Perdere

Pronostici Europa League del 20 Settembre 2012

Pronostici Europa League

Dopo la scorpacciata di Champions League, al giovedì arriva come di consueto il turno della “sorella minore”, l’Europa League (ex Coppa UEFA, per i pochi che non lo sapessero!). Differentemente dalla Champions, che “spezzetta” le partite in due giornate, l’Europa League concentra tutte le partite insieme e questo consente anche per le scommesse di avere un sacco di opportunità interessanti e partite meno incerte ma magari non troppo squilibrate come avvenuto ad esempio con le quote di ieri in Champions League (nonostante alcuni risultati a sorpresa come ad esempio la netta vittoria del BATE Borisov).

Se in Champions League abbiamo solo 2 italiane, in Europa League sono invece ben 4 le rappresentanti “tricolore”: Inter, Lazio, Napoli e Udinese (quest’ultima approvata in Europa League dopo l’eliminazione nella fase finale dei preliminari di Champions).

Data la grande quantità di partite in programma (ben24!), cerchiamo di concentrarci sulle quote più appetibili; quest’oggi prendiamo in esame le quote offerte da Interwetten.

Rispetto alla Champions League, possiamo notare sull’Europa League una tendenza ad avere quote più alte anche per le squadre favorite: ad eccezione di Napoli (1.25), Atletico Bilbao (1.20), Lione (1.40), Stoccarda (1.45) e Levante (1.45) abbiamo infatti tutte quote sopra l’1.50 anche per le squadre favorite.

Partendo dagli impegni delle italiane, la partita più equilibrata secondo i bookmaker sarà Udinese – Anzhi Makchachkala, squadra che alla maggior parte dei tifosi italiani sarà nota principalmente per il trasferimento di Eto’o dall’Inter. Una vittoria bianconera è quotata 2.40, il pari 3.20 e la vittoria dei russi è  data a 2.70. Il brutto avvio dell’Udinese in campionato (2 sconfitte e 1 pareggio, 2-2 con il Siena nell’ultima giornata giocata)  non mettono la squadra di Guidolin in condizioni di grande favorita, date anche le pecche difensive e la poca concretezza sottoporta mostrate anche nel preliminare di Champions League. Un “x” o un “2” possono portare un buon moltiplicatore, mentre una scommessa meno rischiosa può essere il “Goal” (1.65).

Decisamente più favorita è considerata invece l’Inter (1.75) che se la vedrà col Rubin Kazan, altra squadra russa. Sulle quote (il par è quotato 3.40 e il 2 4.30) non sembrano influire molto i precedenti della Champions 2009-2010, quando l’Inter a San Siro vinse per 2-0 (1-1 invece in Russia). La vittoria nerazzurra vale sicuramente la pena di essere considerata per la propria schedina, molto equilibrio sulle quote del Goal (1.70) e No goal (almeno una delle due squadre non segnerà) (1.95).

Chiudiamo la panoramica tricolore con l’unica delle italiane data per sfavorita, la Lazio (4.40) che va a visitare il Tottenham (1.70). L’ottimo avvio di campionato e l’eccellente forma di Hernanes non sembrano sufficienti ai bookmaker per dare credito ai biancocelesti, nonostante vengano da 5 vittorie (considerato anche i preliminari di Europa League), al contrario degli inglesi che arrivano da 1 vittoria preceduta però da 3 pareggi e 1 sconfitta. Questa potrebbe essere una delle partite giuste per cercare il colpo a sorpresa, con la quota della Lazio oppure il pareggio (3.50). Il Goal (1.65) è considerato abbastanza probabile rispetto al No Goal (2.00): il Tottenahm nelle ultime 5 pare ha sempre subito almeno un goal mentre la Lazio in 2 occasioni ha mantenuto la porta inviolata (contro Atalanta e Palermo).

Esulando dalle italiane, la quota che salta maggiormente all’occhio è il 2.40 del Liverpool in trasferta contro il Young Boys (2.70). Sebbene gli inglesi non siano nel loro miglior periodo (3 pareggi e 1 sconfitta nelle ultime gare), hanno molta esperienza internazionale e cercheranno sicuramente di farla valere contro gli svizzeri. Puntare qualcosina sul “2” o inserirlo come moltiplicatore può offire un buon rapporto tra il rischio della giocata e la quota proposta.

Un’altra squadra inglese con una quota molto appetibile, anch’essa in trasferta, è il Newcastle (2.80) contro il Maritimo (2.30), in questo caso però conviene forse più puntare su una via di mezzo con il pareggio (3.20) data la minor tradizione europea dei bianconeri inglesi rispetto ai “reds” di Liverpool, tra l’altro  il Newcastle ha ottenuto 2 pareggi nelle ultime 2 gare.

Per quanto riguarda gli altri match, si varia da alcune squadre favorite ma con quote comunque non troppo basse e quindi combinabili magari in un’unica schedina multipla, come per esempio Atletico Madrid (1.55 nonostante giochi in trasferta), Bordeaux, Copenaghen, Genk (tutte a 1.60) e Bayern Leverkusen (1.90) oppure si può virare su match un po’ più a rischio, ma che consentono di realizzare buone quote anche con poche partite in schedina, come ad esempio Rapid Vienna (2.20 contro il Rosenborg), PSV Eindovhen (2.40  in trasferta con il Dnipro), Panathinaikos (2.30 contro il Maribor).

Per cercare la “sorpresa” le possibilità sono sicuramente ampie dato l’elevato numero di partite, tuttavia sono poche le squadre con quote superiori all’8.00 per cui potrebbe valere la pena tentare una piccola singola, praticamente sol0 l’AIK quotato 10.00 contro il Napoli e l’Hapoel Kiryat Shmona a 12.00 contro l’Atletico Bilbao.
Contando poi che ad esempio in Champions sono stati piuttosto pochi i pareggi nelle prime 16 partite giocate, si può cercare di non considerare troppo l’X sui pronostici, del resto essendo la prima partita del girone una sconfitta non pregiudica nulla ed è quindi presumibile che le squadre (specialmente le favorite, chiaramente) cercheranno più di segnare goal piuttosto che non subirne.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *