5 Scommesse
Da non Perdere

Scommesse Qualificazioni Mondiali del 16 Ottobre 2012

pronostici-qualificazioni-mondiali

Prima del ritorno dei principali campionati, in particolare della Serie A col big match Juventus – Napoli che già ha generato polemiche di ogni forma e colore già una settimana abbondante prima della partita, ecco arrivare il secondo match di qualificazioni mondiali previsto in questa pausa per le nazionali.

Ben 32 le partite in programma quest’oggi, più delle 28 dello scorso 12 Ottobre principalmente perchè oggi scendono in campo anche le squadre della confederazione asiatica (AFC) che erano invece a riposo nella scorsa giornata.

Per coerenza con le quote proposte la scorsa giornata, anche oggi prendiamo a riferimento i moltiplicatori offerti da William Hill.

Come già nello scorso turno, andremo ad analizzare le partita con la quota sulla squadra favorita compresa nel range 1.50 / 2.00, evitando quindi i match con quote troppo basse (che salvo sorprese non portano vantaggi nè come puntate singole nè come particolari moltiplicatori in schedine multiple) nè le partite con quote troppo bilanciate, che però possono invece essere una buona scelta per tentare qualche singola o qualche multipla composta da pochi match.

Curiosamente, pur partendo da un maggior numero di partite (4 in più rispetto allo scorso turno), ad essere compresi nel “range” che ci siamo prefissati oggi sono in totale 10 match, uno in meno rispetto al 12 Ottobre. Questo in particolare a causa di nu maggior numero di partite sulla carta abbastanza “facili” con quote sotto l’1.50 (14, contro le 8 del 12 Ottobre) mentre è simile il numero di match con quote sopra al 2.00 e quindi sulla carta abbastanza in bilico (8 quest’oggi, 7 nello scorso turno), anche se in alcuni casi la quota sulla favorita mantiene comunque un margine di 1 punto rispetto alla quota sulla sfavorita o sul pareggio.

Andiamo allora a vedere nel dettaglio questi 10 incontri che hanno la squadra favorita quotata tra 1.50 e 2.00, procedendo in ordine cronologico di discesa in campo.
Rispetto allo scorso turno dove quasi tutte le partite del girone sudamericano erano nel range prefissato, quest’oggi 9 match su 10 sono del girone europeo e una sola è dell’America Centrale.

Bielorussia – Georgia
Ad essere favorita – anche perchè gioca in casa – è la Bielorussia (2.00) rispetto al pari (3.30) e alla vittoria della Georgia (3.80), ma ad avere la miglior situazione in classifica e di conseguenza maggiori motivazioni sono in realtà gli ospiti, infatti a parità di incontri giocati (3) la Georgia ha raccolto 4 punti e la Bielorussia 0. I tre punti della Georgia arrivano proprio dal match disputato in casa contro la Bielorussia e concluso sull’1-0, la Bielorussia ha però anche l’alibi di aver affrontato  nei turni successivi Francia e Spagna mentre la Georgia ha affrontato solo gli iberici delle due “potenze” del girone. Va detto perè che la Bielorussia ha subito un peretonrio 4-0 mentre i georgiani hanno ceduto solo per 1-0.
Gli ospiti inoltre si trovano a soli 2 punti dalla vetta del girone, condivisa proprio da Francia e Spagna (entrambe a 6 punti): è vero che hanno disputato una partita in più, ma oggi è in programma lo scontro diretto tra iberici e transalpini e quindi con una vittoria la Georgia potrebbe portarsi a sorpresa nelle posizioni alte del girone. Per quanto sia difficile ipotizzare una clamorosa qualificazione ai danni di una tra Spagna e Francia, le motivazioni saranno sicuramente moltissime mentre i padroni di casa della Bielorussia con i loro 0 punti non avranno proprio il morale altissimo.
Impietoso il confronto tra la differenza reti delle due squadre: la Bielorussia ha segnato 1 goal e ne ha subiti 8 (4 dalla Spagna, 3 dalla Francia, 1 dalla Georgia), la Georgia ha segnato 2 goal e subito 2 goal.
Insomma, se c’è una partita su cui può valere la pena tentare la giocata sulla squadra sfavorita, questa sembra una buona candidata (chiaramente più come scommessa singola che non come parte di una multipla!)

Ucraina – Montenegro
Ad una prima occhiata la situazione potrebbe sembrare simile a quanto descritto per Bielorussia – Georgia: anche qui sono favoriti i padroni di casa (1.66 contro il 3.50 del pari e il 5.50 del Montenegro) ma la classifica dice Montenegro 4 punti e Ucraina 2 (entrambe con 2 partite disputate). A fare la differenza però sono le avversarie incontrate fin qui: gli ucraini infatti hanno pareggiato con Inghilterra (1-1) e Moldavia (0-0) mentre il Montenegro deve i suoi punti principalmente al facile match contro San Marino (vinto per 6-0) e ha poi pareggiato con la Polonia (2-2).
E’ un girone che dietro alla Inghilterra ovviamente strafavorita ha per ora molto equilibrio, sicuramente gli ucraini hanno grossi rimpianti per il pareggio contro la Moldavia (che ha ottenuto proprio quell’unico punto in 3 match fin qui disputati, prima di allora 2 sconfitte con Polonia e Inghilterra) dato che erano dati per favoriti a 1.36 pur giocando in trasferta.
A maggior ragione vorranno rifarsi e stavolta grazie anche al fatto di giocare in casa cercheranno di recuperare terreno in classifica per salire in classifica nel girone, magari anche sfruttando la trasferta dell’Inghilterra in terra polacca dove è quotata a 2.00. Tuttavia il Montenegro non vorrà cedere facilmente il passo dato che con una vittoria e magari con un un pareggio degli inglesi potrebbe insidiare il primo posto pur avendo un match in meno: viste le motivazioni di entrambe le squadre potrebbe anche scapparci un pari, ma la maggior esperienza degli ucraini dovrebbe consentire loro di portare a casa il match.

Repubblica Ceca – Bulgaria
Nel girone dell’Italia si affrontano quelle che sono attualmente seconda e terza in classifica. La Bulgaria vanta 5 punti contro i 4 della Repubblica Ceca, però ha giocato una partita in più.  Nonostante le quote diano piuttosto favorita la Repubblica Ceca (1.66 contro il 3.50 del pari e il 5.50 della Bulgaria) i numeri dei match fin qui disputati preannunciano un match equilibrato, la Bulgaria infatti ha ottenuto due pareggi con Danimarca (con cui hanno pareggiato anche i cechi) e Italia e una vittoria con l’Armenia (mentre la Repubblica Ceca ha vinto con Malta), risultati quindi piuttosto simili. Difficile valutare la differenza reti dato che i bulgari hanno giocato un match in più, attualmente hanno segnato un goal in più (4 contro i 3 dei cechi) ma ne hanno subiti anche 2 in più (3 contro 1 dei rivali).
Entrambe le squadre puntano al secondo posto nel girone per tentare di raggiungere gli spareggi (l’Italia è la favorita per il passaggio diretto e al momento guida la classifica ocn 7 punti raccolti in 3 partite), quindi nessuna delle due si potrà risparmiare troppo in questo incontro: un pareggio con goal ci sembra un risultato tutt’altro che improbabile.

Romania – Olanda
Scontro al vertice nel girone D, dove si incontrano le uniche due squadre a punteggio pieno, per entrambe infatti 9 punti in 3 partite fin qui. William Hill da per favorita l’Olanda a 1.80 (pur giocando in trasferta), pareggio a 3.40 e vittoria della Romania a 4.60. Sicuramente gli “orange” vantano un’esperienza internazionale maggiore e una formazione con individualità di maggior livello, tuttavia anche i numeri della differenza reti tra le due sono simili: 9 goal segnati dall’Olanda, 7 dalla Romania, 1 solo goal subito dai tulipani e 0 dalla squadra di casa. Simile anche il calendario dato che entrambe hanno battuto la “cenerentola” Andorra (ed entrambe per 4-0) e la più impegnativa Turchia (i romeni peraltro hanno vinto in trasferta, mentre l’Olanda ha sconfitto i turchi in casa propria).
Più probante l’altro incontro giocato, l’Olanda infatti ha battuto con un convincente 4-1 l’Ungheria (attuale terza forza del girone) mentre la Romania ha avuto un impegno più facile contro l’Estonia (superata “solo” per 2-0), ma chiaramente non basta questo dato a rendere automaticamente “facile” il match per l’Olanda.
Un pareggio potrebbe andare tutto sommato bene a entrambe, che si garantirebbero di restare in testa alla classifica, ma il maggior valore complessivo dei singoli nella compagine olandese potrebbe alla fine risultare decisivo in un match che si preannuncia affascinante.

Cipro – Norvegia
Situazione opposta rispetto a quella appena descritta si pone invece nel gruppo E tra Cipro e Norvegia, in quello che è attualmente il girone più equilibrato: dalla Norvegia terza al Cipro sesto c’è infatti un solo punto di differenza (4 contro 3, con 3 incontri disputati da entrambe). Favorita secondo William Hill è la Norvegia pur con quota molto alta (1.95), equilibrio invece tra pareggio (3.40) e vittoria cipriota (3.80).
Per entrambe il passaggio delle qualificazioni sembra difficile, tuttavia la mancanza di una “big” nel gruppo (attuale leader in classifica è la Svizzera con 7 punti, segue l’Islanda con 6) rende aperte le speranze soprattutto per i norvegesi che cecheranno anche di approfittare dello scontro diretto tra le attuali prime due del girone per guadagnare posizioni.
Cipro fin qui non ha affatto sfigurato e deve i suoi 3 punti alla vittoria contro l’Islanda, mentre la Norvegia ha pareggiato con la capoclassifica Svizzera ma aveva perso 2-0 proprio contro gli islandesi, unica vittoria invece con la Slovenia che a sua volta ha sconfitto Cipro nell’ultimo turno.
Insomma, decisamente un girone “caotico” ed equilibrato con alternanza di prestazioni e nessuna squadra fin qui veramente continua, fatto che ovviamente rende più difficili i pronostici su questi match!
Per una questione di classifica e di motivazioni puntiamo leggermente di più sulla Norvegia, ma come dimostrano anche le quote non sarà sicuramente un match facile.

Islanda – Svizzera
Come anticipato descrivendo il precedente match, il Girone E mette di fronte anche Svizzera e Islanda che occupano attualmente le prime posizioni della classifica del girone, gli svizzeri con 7 punti e gli islandesi a ruota con 6.  I rossocrociati sono i favoriti del gruppo e anche in questo match vengono dati come vincenti a 1.75 contro il 3.50 del pari e il 4.80 dell’Islanda, al momento sono anche l’unica squadra imbattuta del girone (l’Islanda come detto ha perso con Cipro, ha invece battuto Norvegia e Albania), l’unico mezzo passo falso è stato con la Norvegia (1-1 in casa degli elvetici), preceduto però dalle vittorie contro Slovenia e Albania.
Per gli svizzeri è sicuramente una grande occasioen, vincendo andrebbero a 10 punti nel girone e si garantirebbero almeno un +3 sulla seconda anche nel caso in cui la Norvegia battesse Cipro, al contrario per gli islandesi potrebbe essere la partita del sorpasso.
Simili i numeri delle due squadre per la differenza reti:  segnate 5 reti gli elvetici, 4 gli islandesi e subito 1 goal la Svizzera e 2 l’Islanda. Data anche la già evidenziata scarsa continuità delle squadre di questo gruppo il pronostico ha un’addizionale margine di incertezza, la Svizzera però recentemente ha dimostrato di essere maturata molto a livello internazionale e a nostro parere riuscirà a portare a casa il match, mettendo al contempo una ipoteca – anche se molto piccola dato che mancano ancora moltissime partite – sulla qualificazione diretta al mondiale.

Macedonia – Serbia
Altro girone che non vede una “big” ai nastri di partenza è il gruppo A, dove si affrontano Macedonia e Serbia, distanziate di 3 punti dopo 3 partite (4 punti i serbi, solo 1 i macedoni). Favorita la squadra ospite ma con una quota di ben 2.00 contro il 3.30 del pari e il 3.80 macedone. E’ un incontro che probabilmente non dirà molto per la classifica dato che il girone è guidato da Belgio e Croazia entrambe a 7 punti ed entrambe favorite nei rispettivi match odierni, quindi la Serbia non avrà molte velleità di raggiungere la vetta della classifica con questa partita. I macedoni hanno avuto fin qui un calendario un po’ sfortunato, hanno infatti affrontato già 2 volte la Croazia capoclassifica uscendone sconfitti entrambe le volte mentre hanno ottenuto un pareggio con la Scozia proprio come hanno fatto anche i serbi, che devono invece gli altri loro 3 punti alla facile vittoria (6-1) col Galles e hanno poi perso 3-0 contro il Belgio.
I numeri insomma fanno capire che la quota di 2.00 che di primo acchito può sembrare piuttosto alta sia in realtà iputtosto motivata, anche in virtù del fatto che la Serbia ha subito lo stesso numero di gol della Macedonia (4), poi ha segnato molto di più (6 reti contro 2) ma in virtù della già citata vittoria col Galles mentre i due goal macedoni sono arrivati uno con la Scozia e uno nell’ultimo match con la Croazia.

Italia – Danimarca
Veniamo al match che ci interessa non solo per le quote ma anche per questioni di tifo. L’Italia attuale capolista del girone è favorita e rientra nel nostro range proprio per un pelo (1.53), quote alte per il pari (3.75) e soprattutto per la vittoria danese (ben 7.00), attenzione però a non sottovalutare troppo i danesi che hanno sì solo 2 punti (su 2 partite giocate) ma in virtù dei pareggi con Repubblica Ceca e Bulgaria (con cui anche gli azzurri hanno pareggiato al primo incontro). L’Italia non ha mai pienamente convinto in questi incontri di qualificazione anche se grazie a ottime individualità è riuscita a portare a casa 7 punti, di cui 6 però frutto di vittorie con Armenia e Malta che sono un po’ le “cenerentole” del girone mentre l’unico impegno un po’ più “tosto” contro la Bulgaria finì come detto in parità.
Tra le fila danesi vorrà metteresi particolarmente in evidenza Bentdner, che però avrà di fronte nella difesa azzurra gran parte dei suoi compagni di allenamento che quindi dovrebbero conoscerlo abbastanza bene.
L’Italia farà invece affidamento sul rientrante Balotelli e unendo le buone prestazioni in fase realizzativa (7 reti fin qui segnate) alla scarsa vena offensiva dei danesi (1 solo goal segnato, proprio da Bentdner contro la Bulgaria) gli azzurri dovrebbero potersi portare a casa i 3 punti.

Polonia – Inghilterra
L’Inghilterra al momento guida a 7 punti la calssifica del Girone H ed è la strafavorita per il passaggio diretto del turno, tuttavia ha solo 3 punti in più delle inseguitrici Montenegro e Polonia che hanno però disputato una partita in meno, un margine quindi tutt’altro che “sicuro” (anche se dopo poche partite era praticamente impossibile avere già un distacco rilevante). Per gli inglesi questo è il primo match con una quota piuttosto alta seppur partendo favoriti (2.00 contro il 3.00 del pari e il 4.33 della Polonia) e se escludiamo la partita con l’Ucraina (finita 1-1) gli altri due match sono state passeggiate con Moldavia e San Marino (vinti infatti entrambi per 5-0). La Polonia deve i suoi 4 punti al pari con il Montenegro e alla vittoria per 2-0 sempre contro la Moldavia, la possibilità di raggiungere gli inglesi in testa al girone con una partita ancora da giocare darà sicuramente motivazioni extra ai polacchi, fermo restando che il loro obiettivo sicuramente è tentare di arrivare agli spareggi come una tra le migliori seconde dato che sulla lunga distanza sembra davvero utopistico impensierire la squadra inglese.
Difficile valutare la differenza reti, l’Inghilterra ha sì segnato ben 11 goal (e 1 solo subito) ma l’unico incontro “rilevante” è l’1-1 con l’Ucraina, mentre la Polonia ha fatto “solo” 4 goal e subiti 2 ma ha affrontato in trasferta il Montenegro con cui condivide 4 punti in classifica.
Come già per il match Romania – Olanda, a fare la differenza potrebbero essere le maggiori individualità degli ospiti e la maggior esperienza, appoggiamo quindi la vittoria inglese ma questo potrebbe essere un altro match aperto a qualche sorpresa, magari un pareggio.

Honduras – Canada
Unico incontro che rientra nel nostro “target” a non appartenere al settore europeo, questo match sarà decisivo per il passaggio all’ultima fase di una delle due squadre. Al momento in classifica il Canada ha 10 punti (dopo 5 partite) contro gli 8 dell’Honduras, che è però favorito in questo match (1.85) anche in virtù del fattore campo. Abbastanza simili (3.40 e 4.20) le quote per il pari e per la vittoria canadese.
Gli ospiti hanno due risultati su 3 dato che anche con il pareggio passerebbero al quarto turno di qualificazione, ma giocare per il pari sarebbe ovviamente molto rischioso. Lo score delle due squadre è simile: 5 reti segnate e 2 subite il Canada, 4 segnate e 2 subite l’Honduras. L’incontro precedente tra le due (in casa canadese) è terminato 0-0.
Essendo l’unico match di giornata che decide le sorti di una squadra e avendo ampia scelta tra gli altri match, potremmo anche valutare di escluderlo dalla nostra schedina, se invece decidiamo di includerlo potremmo optare per un pareggio, sia in virtù del precedente nel girone sia in virtù di prestazioni leggermente migliori da parte dei canadesi negli ultimi match.

Concluso il settore dei match compresi nel “range” 1.50 / 2.00 vediamo i match che abbiamo escluso dalle nostre potenziali schedine perchè sulla carta “troppo equilibrati”, quindi con quote piuttosto vicine tra loro o comunque con la favorita quotata più di 2.00. Come detto queste partite possono essere una buona opzione se abbinati tra loro (magari in schedine da soli 3-4 match) oppure con una media puntata sulla singola opzione, ma chiaramente portano con se dei fattori di rischio dati dal probabile equilibrio durante il match. Notiamo per esmepio come i match del girone asiatico AFC abbiano tutti e 3 la favorita quotata sopra al 2.00, in questo caso una tripla con le favorite di questi match può essere appetibile dando un motiplicatore totale di 9.60.
Di seguito l’elenco delle partite e le relative quote per l’esito finale 1, x, 2.

Qatar – Uzbekistan (2.25, 3.30, 3.10)
Oman – Giordania (2.10, 3.40, 3.40)
Iraq – Australia (3.50, 3.40, 2.05)
Iran – Corea del Sud (3.00, 3.25, 2.37)
Ungheria – Turchia (2.90, 3.10, 2.50)
Slovacchia – Grecia (2.30, 3.10, 3.10)
Albania – Slovenia (2.90, 3.10, 2.50)
Bolivia – Uruguay (2.60, 3.30, 2.62)

Infine per completezza riportiamo le partite che abbiamo “scartato” perchè con quote sotto l’1.50 e i relativi moltiplicatori per gli esiti 1,x,2. Questi risultano chiaramente i match di minor interesse a meno di non voler puntare su risultati “clamorosi”, anche se rispetto alla scorsa giornata abbiamo qualche match che potrebbe nascondere qualche insidia in più con quote anche intorno all’1.30 / 1.40, mentre nella scorsa giornata c’erano quote da 1.01!

Russia – Azerbaijan (1.10, 8.50, 26.00)
Israele – Lussemburgo (1.08, 10.00, 29.00)
Lettonia – Liechtenstein (1.25, 5.50, 12.00)
Andorra – Estonia (10.00, 5.00, 1.30)
Bosnia – Lituania (1.20, 5.50, 15.00)
Croazia – Galles (1.30, 5.00, 10.00)
Isole Far Oer – Irlanda (10.00, 5.00, 1.30)
San Marino – Moldavia (17.00, 6.50, 1.16)
Austria – Kazakhistan (1.25, 6.00, 10.00)
Belgio – Scozia (1.36, 4.50, 9.00)
Germania – Svezia (1.25, 5.50, 12.00)
Spagna – Francia (1.44, 4.50, 6.50)
Portogallo – Irlanda del Nord (1.10, 8.50, 26.00)
Cuba  – Panama (11.00, 4.50, 1.28)

bonus benvenuto

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *