5 Scommesse
Da non Perdere

Scommesse Serie A e Serie B del 24 Novembre 2012

Pronostici serie B

Giornata che, complice la mancanza di coppe europee in settimana,si rivela molto più accattivante per la Serie B che non per il campionato maggiore, che oltretutto offre oggi soltanto un anticipo, seppur affascinante come il derby siciliano tra Palermo e Catania, partita che peraltro è stata in passato decisiva per molti esoneri da parte del vulcanico Zamparini e viste le ultime performance del Palermo siamo certi che Gasperini non starà dormendo sonni del tutto tranquilli, visto anche che i rosanero dovranno affrontare il match con molti squalificati, “eredità” della gara persa con il Bologna.

Giornata come detto più interessante per la B, dove se fino a poche giornate fa il Sassuolo era in fuga solitaria, negli ultimi turni la classifica si è accorciata anche nelle prime posizioni, fermo restando che le prime tre in classifica (Sassuolo, Verona e Livorno) sembrano comunque destinate a fare campionato a parte dato che già tra le terza e la quarta in classifica passano ben 8 punti.
Con la vittoria di ieri, il Livorno ha raggiunto – almeno temporaneamente – il Sassuolo, e anche il Verona cercherà di raggiungere quota 32 punti, va ricordato infatti che solo i primi due posti garantiscono la promozione diretta in Serie A e anche se non siamo ancora nemmeno a metà campionato è bene non lasciare punti per strada visto il ritmo di marcia delle prime. Il Sassuolo ha la possibilità di guadagnare nuovamente 3 punti di distacco, gioca in casa e ha la minor quota di giornata, mentre il Verona è impegnato in trasferta contro il Cittadella che già ha fatto qualche sgambetto importante in questo campionato, si prospettano quindi diverse partite interessanti.

Vediamo allora le quote offerte da InterWetten per gli odierni match di Serie B. A conferma di una giornata piuttosto equilibrata, solo 3 squadre hanno una quota inferiore al 2.00 e nessuna va sotto l’1.50.

Serie A

Palermo – Catania
Inevitabile per la storia di questa partita un grande equilibrio tra le quote, che vedono favorito il Palermo a 2.50 contro il 2.60 del Catania e il 3.20 del pareggio. I precedenti parlano di 6 vittorie rosanero, 7 del Catania e 3 pareggi, ma a questo derby arriva sicuramente meglio il Catania che non solo arriva da una serie positiva di risultati (2 pareggi e 2 vittorie nelle ultime 4 partite, contro 1 vittoria, 1 pari e 2 sconfitte del Palermo) ma è messo molto meglio in classifica, è infatti settimo a 19 punti contro il Palermo che è invece 18esimo con 11, e soprattutto ha grossi problemi in attacco (soli 11 goal segnati a fronte di 20 subiti). Più equilibrato il Catania che ha segnato 17 goal subendone altrettanti.
Negli ultimi 5 derby, 3 volte ha vinto il Catania, 1 solo pareggio (l’ultimo disputato, 1-1) e 1 vittoria del Palermo nel 2010.
Va detto però che dei suoi 11 punti complessivi il Palermo ne ha messi a segno ben 9 tra le mura amiche, al contrario il Catania in trasferta ha ottenuto solo 3 punti, frutto peraltro di 3 pareggi. Per i rosanero però c’è anche il problema dell’alto numero di squalificati (ben 3 espulsi contro il Bologna, Barreto, Ujikani e Labrin), c’è però la buona notizia del ritorno di Miccoli anche se probabilmente il giocatore non sarà al top tornando da un infortunio che lo ha tenuto fermo 3 giornate. Il Catania ha qualche problema con gli infortuni (ultimo dei quali Bergessio). Tra squalifiche da una parte e infortuni  dall’altra, aggiungendoci poi il fatto che i derby siano sempre una partita a se stante dove le differenze in classifica vengono se non annullate quantomeno ridotte, potrebbe riproporsi come già nello scorso campionato a Palermo un risultato finale di parità.

Serie B

Ascoli – Vicenza
Partita che mette di fronte due squadre a pari punti (entrambe a 16, anche se in realtà l’Ascoli partiva da -1) e che vede favoriti i padroni di casa a 2.30 contro il 2.80 del pari e il 3.10 del Vicenza. Nessuna delle due può essere troppo tranquilla dato che la zona playout dista solo 2 punti, ma come già evidenziato più volte la classifica di B è molto corta tanto che ad esempio il decimo posto dista 3 punti (attualmente Vicenza e Ascoli sono 14esima e 15esima) e quindi finire eventualmente in zona playout in queste giornate non si tradurrebbe certo in un rischio concreto.
L’Ascoli paga una difesa un po’ troppo generosa (23 reti concesse a fronte di 18 segnate) mentre il Vicenza ha fatto leggermente meglio nelle retrovie (18 reti subite, però 16 segnate). Oltre alla classifica sono in grande equilibrio anche i precedenti, con 6 vittorie dell’Ascoli, 6 pareggi e 5 vittorie del Vicenza, però nel periodo recente hanno fatto meglio gli ospiti che nelle ultime 5 partite hanno ottenuto 1 vittoria, 3 pareggi e 1 sconfitta a fronte di 1 vittoria, 1 pareggio e 3 sconfitte dell’Ascoli.
Gli ultimi due precedenti sono finiti in parità e visto l’equilibrio tra le due squadre sotto molti aspetti, un altro pareggio è un’ipotesi tutt’altro che remota.

Cittadella – Verona
Senza dubbio uno dei “match clou” di giornata, che nei precedenti non ha vissuto mezze misure (3 vittorie il Cittadella, 2 il Verona, che corrispondono anche agli ultimi 2 scontri diretti giocati). Visti i precedenti e visto che il Cittadella in questo campionato è stato capace di grandi performance, è pienamente comprensibile il grande equilibrio delle quote, che vede però leggermente favorito il Verona (2.45 contro il 2.80 del pari e il 2.95 del Cittadella), sia perchè meglio piazzato in classifica (attualmente è terzo ma più raggiungere il Livorno ed eventulamente anche il Sassuolo qualora quest’ultimo oggi perdesse), inoltre i gialloblu arrivano da 3 vittorie (tra cui quella col Sassuolo) e 2 pareggi (bene comunque anche il Cittadella che viene da due vittorie, 2 pareggi e 1 sconfitta).
Il Cittadella rischia di pagare una difesa poco attenta (21 reti subite) che sta in parte vanificando le ottime prestazioni dell’attacco (20 reti segnate), il Verona invece fa benissimo in entrambi i reparti (26 reti segnate e solo 11 subite, secondo miglior attacco dopo il Livorno, seconda miglior difesa e seconda miglior differenza reti, dopo il Sassuolo), quindi l’ottimo attacco dei veronesi unito alla non altrettanto ottima difesa del Cittadella alla fine potrebbe far pendere la bilancia verso l’esito “2”. Si tratterà comunque di un match probabilmente con pochi goal, anche perchè il Cittadella in casa ha fatto fin qui molto bene e non si noteranno probabilmente gli 11 punti di distacco tra le due squadre (proprio in casa il Cittadella ha raccolto 14 dei suoi 21 punti, sempre 14 però sono anche i punti ottenuti dal Verona in trasferta).

Crotone – Padova
Distacco più notevole come posizioni di classifica (sesto il Padova, 13esimo il Crotone) che come punti effettivi, infatti solo 5 punti separano le due squadre (22 il Padova, 17 il Crotone, entrambe hanno 2 punti di penalità). Benchè in classifica insegua, il Crotone è però favorito in questo match, 2.30 contro il 2.80 del pari e il 3.10 del Padova. Gli ospiti hanno una miglior differenza reti, +4 (20 goal segnati e 16 subiti) contro lo 0 del Crotone (17 reti segnate e altrettante subite),  però il rendimento casalingo del Crotone è ottimo (14 punti raccolti con 13 goal segnati e 9 subiti) mentre non ha fatto altrettanto bene il Padova fuori dalle mura amiche (8 punti raccolti, 6 goal segnati e 8 subiti). Se a questo aggiungiamo che gli ultimi 2 scontri diretti sono stati vinti dal Crotone e che gli ospiti arrivano da 2 vittorie, 2 pareggi e 1 sconfitta nelle ultime 5 partite contro 1 vittoria, 3 pareggi e 1 sconfitta del Padova, il pronostico a favore dei padroni di casa è presto spiegato.

bonus benvenuto

Grosseto – Brescia
Le quote su questo match sono forse quelle più “stupefacenti” di giornata, Grosseto – Brescia è infatti uno dei due match con le quote più equilibrate di giornata (2.80 per il Grosseto, 2.80 per il pari e 2.60 per il Brescia leggermente favorito), quote che suonano strane se considerato che il Brescia arriva da 3 pareggi e 2 vittorie (e nell’ultimo turno ha fermato il Sassuolo sull’1-1) e soprattutto è quinto in classifica con 22 punti, mentre il Grosseto non solo arriva da 1 vittoria, 3 pareggi e 2 sconfitte ma soprattutto è ultimo in classifica con soli 7 punti (ha però 6 punti di penalità che ne aggravano molto la situazione). A motivare le quote può essere il fatto che 4 degli ultimi 5 precedenti siano stati vinti dal Grosseto (l’ultimo lo ha vinto il Brescia, ma giocava in casa), inoltre i padroni di casa hanno ovviamente un disperato bisogno di punti per cercare di avvicinarsi almeno alle altre squadre in lotta per la salvezza (al momento la penultima è a +3 sul Grosseto). Il Brescia però è in piena lotta per i playoff e non pensiamo vorrà concedere sconti, potrebbe quindi uscirne alla fine un pareggio che sicuramente non servirebbe a molto al Grosseto ma potrebbe bilanciare le motivazioni probabilmente più alte dei padroni di casa e le maggiori qualità degli ospiti.

Juve Stabia – Empoli
Situazione abbastanza simile a quella vista per Padova – Crotone, la Juve Stabia è infatti quarta con 24 punti, mentre l’Empoli è 11esimo a 18 punti (uno di penalità), le quote però in questo caso sono a favore della squadra più avanti in classifica, i padroni di casa sono infatti quotati 2.00 contro il 2.90 del pari e il 3.70 dell’Empoli, che soprattutto a causa di una pessima difesa (30 reti subite, peggior della B) non compete al momento per posizioni più nobili, dato anche con 25 goal segnati mette in campo il terzo miglior attacco di tutta la B. Se uniamo però la pessima difesa ospite con l’ottimo attacco di casa (23 reti segnate), sembra difficile che l’Empoli non subisca almeno un paio di goal anche oggi. Appoggiamo quindi il pronostico “1” sull’esito finale e vediamo molto probabile un Over 2.5 (che nel caso dell’Empoli si è verificato già 11 volte su 15 in questo campionato).

Sassuolo – Reggina
Come già accennato, il Sassuolo ha la minor quota di giornata, è infatti favorito a 1.65 contro il 3.30 del pari e il 4.90 della Reggina, del resto più dei precedenti (3 vittorie per il Sassuolo, due pareggi e 1 vittoria della Reggina) parlano il distacco in classifica (35 punti per i padroni di casa e 14 per gli ospiti) e soprattutto le differenti prestazioni in attacco e in difesa: il Sassuolo con 26 goal segnati e soli 7 subiti ottiene una differenza reti pazzesca di +19 (migliore del campionato), la Reggina con 14 goal segnati e 17 subiti ha invece un -3 che già da solo non è proprio ottimale, ma confrontato a quello della capolista fa ancora più impressione.
E’ vero che il Sassuolo nelle ultime partite ha leggermente rallentato, se così si può dire (3 vittorie, 1 pari, 1 sconfitta) e la Reggina ha avuto un rendimento solo leggermente inferiore (2 vittorie, 2 pari, 1 sconfitta), ma la differenza di valori in campo unita alle motivazioni del Sassuolo che vorrà riprendere i 3 punti di vantaggio sul Livorono (e magari allungare sul Verona impegnato con il Cittadella) dovrebbero portare i padroni di casa ad aggiudicarsi l’incontro.

Ternana – Virtus Lanciano
Altra delle 3 squadre quotate sotto il 2.00 è la Ternana, che con 1.85 è favorita contro il 3.00 del pari e il 4.20 del Virtus Lanciano,anche se suona un po’ strano dato il Lanciano ha ottenuto in trasferta 7 dei propri 12 punti, la Ternana invece in casa ne ha ottenuti solo 8 dei propri 17 (penultima del campionato come rendimento casalingo), il Lanciano però paga in ogni partita un pessimo attacco (solo 10 goal segnati, peggior attacco di tutta la B) mentre ha una difesa tutto sommato in linea con molte altre compagini di B (21 goal subiti). La Ternana non fa poi molto meglio in attacco (12 goal segnati) ma in difesa concede meno (15 goal subiti), questi numeri comunque ci fanno proprendere per un Over e soprattutto a nostro avviso l’esito finale potrebbe essere più un pareggio che non l’1, puntata che può valere il rischio data anche l’interessante quota di 3.00, ipotesi che appoggiamo anche con il dato sui precedenti che vede in totale 5 pareggi, a fronte di 2 vittorie per parte.

Varese – Pro Vercelli
Se sul match precedente non eravamo molto d’accordo con i favori per i padroni di casa, condividiamo di più quest’ipotesi nel match tra Varese (1.70) e Pro Vercelli (4.70, 3.20 il pareggio) non tanto per i precedenti (1 vittoria a tesa) quanto per il distacco in classifica (Varese nono con 20 punti e ne ha 1 di penalità, Pro Vercelli terzultima con 11), il Varese inoltre ha una differenza reti di -3 (18 goal segnati e 21 subiti) che di per se non è ottimale, ma la Pro Vercelli fa molto peggio con -11 (14 reti segnate e 25 subite), come se non bastasse poi la Pro Vercelli è la squadra con il peggior rendimento in trasferta di tutto il campionato (2 punti ottenuti, 5 goal segnati e 12 subiti) mentre il Varese in casa ha costruito metà della sua classifica (10 punti ottenuti, 10 reti segnate e 8 subite).

Cesena – Spezia
Chiudiamo con il secondo match con le quote più equilibrate di giornata, che vede lo Spezia favorito a 2.60 e Cesena e pareggio quotati entrambi a 2.80. In realtà le squadre non sono vicinissime, passano 5 punti tra le due (Spezia 19 punti e decimo in classifica, Cesena 14 punti e in zona playout, 18esimo), così come c’è molta differenza tra i due attacchi e le due difese (12 reti segnate e 24 subite il Cesena che ha un -12 come differenza reti, peggior dato del campionato contro i 18 segnati e 19 subiti dallo Spezia per un molto più accettabile -1). A dare speranza al Cesena c’è però il fatto che ben 11 dei suoi 14 punti li abbia ottenuti in casa, dove ha messo a segno 3 vittorie e 2 pareggi,  mentre lo Spezia in trasferta ha vinto solo una volta, pareggiato 3 e perso 3. Anche i precedenti probabilmente aiutano a rendere le quote così vicine tra loro, dato che oltre ad 1 vittoria per parte sono stati ben 5 i pareggi, esito che si è verificato anche 3 volte negli ultimi 5 scontri diretti e che a nostro avviso si potrebbe verificare anche oggi, bilanciando il discreto rendimento casalingo del Cesena con la miglior classifica globale dello Spezia.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *